Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra politica relativa ai cookie.

Il festival 2013

MARE MOSSO Festival per bambini terribili 2013
4° edizione teatro, arte e attività creative BONASSOLA

“Mare mosso” festival interamente dedicato ai bambini è alla sua quarta edizione.
“Mare mosso” si svolgerà a Bonassola dal 1 al 7 agosto 2013, con eventi in ogni giorno.

E così siamo arrivati alla quarta edizione, il festival all'inizio una scommessa per l'amministrazione comunale, sta raccogliendo sempre più consensi tanto che l'amministrazione rilancia e tiene duro e continua questo viaggio con entusiasmo e competenza, rinnovando la fiducia alla compagnia Coltelleria Einstein per la direzione artistica e all’Associazione AngeliRibelli Lab, nella figura di Katia Boccassi, per l’organizzazione e il coordinamento.

Di spettacolo in spettacolo, di sorpresa in sorpresa, i bambini insieme ai grandi vivranno sette giorni di divertimento, curiosità, apprendimento, creatività.
Bonassola diventerà, in questi sette giorni, un luogo “magico” a misura di bimbo.
Come per gli altri anni gli spettacoli saranno proposti da professionisti specializzati nel campo del teatro per ragazzi e dell’animazione..

Si inizierà giovedì 1 agosto alle ore 18 con l'inaugurazione della mostra di illustrazioni e non solo “La Casa delle Storie” alla presenza dell'autrice delle illustrazioni, Maria Chiara Di Palo, e l'autrice del libro omonimo Laura Raiteri a seguire la Compagnia Coltelleria Einstein allieterà i bimbi con letture animate. Dice l'illustratrice di se : “ Vivo da sempre nelle favole, il mondo parallelo nel quale mi nascondo e trovo energie. Disegno, dipingo e creo scenografie per il teatro e le sue finzioni ispirandomi agli elementi della natura e ai miei figli.
Mi piace pensare che per ogni situazione, anche la più drammatica, sia possibile inventare storie e ricevere da loro utili suggerimenti."
Maria Chiara Di Palo, diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Torino, è un’artista poliedrica che si esprime come scenografa, costumista, pittrice di interni e realizzando opere utilizzando diverse tecniche pittoriche e decorative.
Alle 21,30 ecco il primo spettacolo della settimana dedicata ai bambini, per le strade di Bonassola una parata di saltimbanchi e giocolieri coinvolgeranno i bimbi in una divertente performance per il paese, così la compagnia Teatro Scalzo aprirà il festival.
Ma compagnie professioniste ci accompagneranno per tutto il festival, venerdì 2 sarà la volta del teatro Pirata di Jesi con lo spettacolo GRAN CIRCO DEI BURATTINI in P.zza Bertamino alle 21,30. Il gran circo dei burattini amplia il raggio d’azione del teatro di figura. Lo spettacolo, infatti non impiega i burattini secondo la loro vocazione considerata naturale per raccontare una storia, ma li fa esibire in un circo. In altre parole il genere dei burattini che nella nostra tradizione è sempre inserito nell’economia di una narrazione, qui si fonde con una forma spettacolare pura come il circo, che è intrattenimento, esibizione delle proprie non comuni doti.

Sabato 3 ci aspetta in P.zza 100 Croci alle 21,30 l'ultimo spettacolo della compagnia Teatro del Piccione di Genova, BESTIE.
È uno spettacolo che vuole riflettere sull'attuale ROTTURA DELL'EQUILIBRIO UOMO-NATURA. Lo fa attraverso paradossi comici e forti immagini che non vogliono imporre risposte ma suscitare dubbi sui quali riflettere, da cui possano nascere in ognuno le domande necessarie, primo passo verso il cambiamento. Come una giostra che gira e gira, come un catalogo di brevi assurde storie, ridicole e terribili: ecco lo spettacolo. Quattro personaggi attraversano i quadri di un'esposizione che racconta per immagini il nostro mondo.

Domenica 4 due saranno gli eventi di punta che cattureranno l'attenzione dei curiosi spettatori del festival,  UN CARICO DI GIOCHI Parco Giochi di Abilità costruiti in materiale di recupero dal maestro catalano Joan Rovira. Siccome ci hanno ristretto l’immaginazione, perché ogni cosa ha una sua funzione e ad ogni comando risponde un solo ordine, noi abbiamo trasformato uno scolapasta in un basket, una bicicletta in un uccello e da una vecchia rete abbiamo creato uno sport nuovo. Questo è UN CARICO DI GIOCHI che rimarrà a Bonassola fino al 6 agosto.
Alla sera in P.zza Bertamino alle ore 21,30 si svolgerà lo spettacolo LA PECORA NERA della compagnia Teatro D'Istinto di Alessandria. Immagini, tracce, momenti ironici, che si rivelano gradualmente su un prato verde, accompagnati da due attori bizzarri che raccontano, nel modo stesso che hanno di esistere, la loro fiera diversità.

Lunedì 5 il Festival si sposterà a Framura, e in particolare in Loc. Anzo alle 21,30.
Framura ha aderito al festival permettendo l'inizio di quello che speriamo diventi un festival inter comunale. Lo spettacolo si intitola CORDI E IL SUO RE della compagnia Tangram di Vimercate (MI). La drammaturgia di Cordy e il suo Re è liberamente ispirata a “ Re Lear” di W. Shakespeare e “ Pane e sale” favola popolare svedese tratta da “Enciclopedia della fiaba” a cura di G. Rodari.
I temi conduttori della rielaborazione teatrale sono principalmente tre: gli affetti sinceri, il rapporto con “il vecchio” (sia cose o persone), l’importanza delle cose semplici e vere.

Martedì 6 sarà la volta della frazione più grande di Bonassola, Montaretto, e lo spettacolo che verrà ospitato in P.zza Sandro Pertini alle 21,30 sarà CANZONCINE ALTE COSÌ della compagnia Stilema/Unoteatro di Torino.
“Da quasi trent’anni, “giocando” al teatro con i bambini, invento canzoni. Canzoni che parlano dei bambini, della loro vita. Canzoni ideate con loro e per loro. Ogni canzone un piccolo pezzo di mondo bambino. Le ho trovate qua e là: una era impigliata nella maniglia di un armadietto di una scuola materna; una era nascosta dietro la copertina di un libro di fiabe; una galleggiava in un piatto di minestrina; una dormiva dentro a un cuscino; una in un compito di aritmetica; una nascosta nel buio di una cameretta.
Per fare uno spettacolo di canzoni però ci vuole un’orchestra. Ed allora ecco la “Toys Band”, una formazione di otto giocattoli che suonano con me: un orso alla batteria, un serpente al flauto, un pagliaccio al pianoforte, due conigli ai saxofoni, un porcellino al violoncello, un elefante al bassotuba, tre dinosauri sono il coro e una rana... batte le mani.”

Eccoci arrivati all'ultimo giorno, Mercoledì 7 a Bonassola doppio appuntamento, alle 17,30 aniamzione spettacolo RACCONTI DI PAESI E MOSTRI SELVAGGI in P.zza Bertamino, nello stesso luogo ci saranno i saluti del Sindaco e dell’Amministrazione con buffet.
Alle 21,30 in P.zza 100 Croci  sarà la volta della Compagnia Coltelleria Einstein con la sua ultima fatica IL PRINCIPE FELICE E LA RONDINE D'INVERNO.
Il celebre racconto “Il Principe Felice” di Oscar Wilde riletto in chiave teatrale  gioca su diversi piani: razionale, emozionale e comico. La storia racconta di una rondine che, in ritardo sulla migrazione verso i paesi caldi, in un autunno londinese già freddo,  si ferma ai piedi della statua del Principe Felice.
Lo spettacolo segue la linea artistica della compagnia fatta di poesia, comicità e sorprese.
E la musica accompagna lo spettacolo come una cara amica.

Il Festival “Mare mosso” cerca di presentare ogni anno il meglio del teatro ragazzi in un ventaglio di proposte che evidenziano la freschezza di un settore artisticamente in continuo fermento, attento alle esigenze delle nuove generazioni.
Inoltre con i laboratori e le altre iniziative parallele si definisce una manifestazione articolata e varia, dove i bambini non sono solo divertiti fruitori ma anche attori e creatori.

“Mare mosso” esiste per la volontà precisa dell’Amministrazione Comunale di Bonassola in particolare nella figura preposta a tali idee, cioè l’Assessore alla Cultura Giampiero Raso, che ha ottenuto l’appoggio di tutta la Giunta.
“Mare mosso” si vale del lavoro e dell’entusiasmo di tante persone che collaborano con serietà e professionalità e a loro va il ringraziamento degli organizzatori, ma il saluto e il ringraziamento va anche a tutta la popolazione “fissa e nomade” di Bonassola che segue con entusiasmo la manifestazione, dando spesso consigli e competenti giudizi.
“Mare mosso” è una festa per tutti, ma saranno gli occhioni sorpresi e felici dei piccoli a rendere allegri gli artisti, dando  sempre più valore a questo “festival per bambini terribili”.

GUARDA IL PROGRAMMA